MEMBERSHIP |
BECOME A FRIEND
> Scopri come entrare a far parte del club degli Amici della Fondazione

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato

Blog

#ARTinChurch – Un villaggio degli anni ’50 e una chiesa tra le dolomiti come simbolo di rinascita sociale e artistica

In questi giorni è stato richiesto il rinvio dei Mondiali di Sci di Cortina, dal 2021 al 2022. La stessa Cortina ospiterà le Olimpiadi Invernali nel 2026. In questi luoghi ci sono alcuni progetti culturali degni di nota, che intendono sfruttare tali contesti per creare un circolo virtuoso di creazione di valore e di visibilità. […]

> Leggi tutto
#urbanrestART – Tate Modern turns 20

Una fabbrica abbandonata convertita a polo museale tra i più visitati al mondo. Parliamo delle Tate Modern di Londra che ha da poco celebrato il suo 20esimo anniversario. Era il 12 maggio del 2000, quando fu inaugurata la galleria d’arte moderna e contemporanea che avrebbe accolto oltre 5 milioni di persone all’anno. Situata nel pieno […]

> Leggi tutto
Alcune biblioteche contemporanee sensazionali

Antiche o contemporanee, le biblioteche esprimono un fascino che trascende il concetto di tempo. Anche dal punto di vista architettonico, esistono strutture che nonostante abbiano visto la luce negli ultimi anni, sono luoghi che ispirano pace, cultura, valore. Saranno le pareti piene di libri di ogni epoca, il fruscio della carta, il profumo dei volumi, […]

> Leggi tutto
Il fascino delle biblioteche antiche

La difficile fase storica che tutto il mondo sta vivendo ha spinto i consumi culturali, in special modo la lettura e la fruizione di contenuti digitali. In Italia sono cresciuti, in molti casi di più del 100%, gli accessi alle biblioteche digitali, incluse  le formule di prestito di ebook, ma anche di periodici, audiolibri, musica […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Alessia Panella

Il mio primo incontro con l’arte è avvenuto a Roma quando da piccola accompagnavo il papà e la sera mi portava al Caffe Rosati ove collezionavo storie affascinanti di pittori quasi rivoluzionari, soprattutto di Schifano. Una delle prime opere che ho comprato è stato ovviamente un enorme quadro di Schifano.  Tuttavia sono due gli incontri […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Sabrina Donadel

La mia prima volta davanti ad un’opera d’arte è stata anche la mia prima volta di Giovanni Battista Cima, detto Cima da Conegliano. Ero in quinta elementare, dal piccolo paese di Pieve di Soligo dove vivevo, la maestra ci portò in gita al Duomo di Conegliano, distante pochi chilometri, dove cominciò a raccontarci la storia […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Philips Rylands

Sorge spontaneo chiedersi, di fronte a questo quadro intitolato Giocatori di calcio di Henri Rousseau, perché l’uomo al centro dell’opera stia tenendo in mano la palla. È forse scontato che si tratti di rugby? La palla potrebbe essere ovale e il secondo giocatore con la tuta a righe rosa e blu sembra sbracciarsi per riceverla, […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Paola Cattaneo

In questi drammatici giorni legati all’emergenza pandemia, il mondo intero è accomunato da un drammatico senso di paura come non accadeva dai tempi della seconda guerra mondiale. Anche allora, proprio come noi in questo periodo particolare, le persone coinvolte si ripromettevano di costruire un “mondo nuovo” alla fine dell’emergenza, un mondo migliore fatto di civiltà […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Stefano Raimondi

“Vorrei raccontarvi la storia di un incontro, di una mostra e di un’opera a cui sono particolarmente legato, che ha segnato l’inizio di una bella amicizia e insegnato il valore di un artista. Erano i primi giorni di novembre 2015, e per il secondo anno consecutivo avevo la fortuna di essere ospitato a New York […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Fabrizio Paperini

“Il primo incontro che ho avuto con un’opera che ha tracciato un solco lungo il mio cammino nel mondo dell’arte fu a Bagheria nel 1999 visitando una mostra di Salvatore Scarpitta presso la Civica Galleria. In quegli anni frequentavo l’Università a Pisa sotto gli insegnamenti di un grande maestro, il professore Fabrizio D’Amico; stavamo studiando […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Massimiliano Tonelli

“Se devo provare ad individuare qualcosa che abbia segnato la mia vita e il futuro nel settore dove poi ho lavorato e continuo a lavorare da 20 anni e più, mi viene in mente un viaggio che ho fatto con mio padre, alla fine degli anni ’90. Al tempo ero uno studente, non di Arte […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Nicola Maggi

“Non ricordo bene che anno fosse, ma il posto l’ho bene impresso nella mia memoria: un vecchio casolare nella campagna toscana, a pochi chilometri da dove vivevo all’epoca. Doveva essere più o meno il 1995, l’era del Grunge si era da poco conclusa, iniziavano i miei studi universitari e in quella casa a ridosso di […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Salvatore Iaconesi

“Sono Salvatore Iaconesi, artista, e assieme a mia moglie Oriana Persico coordiniamo un network di artisti, designer, antropologi, ricercatori che si chiama Art is Open Source e un centro di ricerca che si chiama HER She loves data, ed usiamo l’arte ed il design per comprendere il ruolo della tecnologia nella nostra società, che è […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Matilde Cadenti

“Pensando a un’opera che possa esprimere come sto vivendo questi tempi in cui la nostra normalità è stata sconvolta nel profondo, mi viene in mente l’artista Marco Maria Zanin, che nella sua ricerca artistica ha spesso esplorato le aree rurali e periferiche della sua (e mia) terra di origine, il Veneto. Sto infatti trascorrendo questo […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Matteo Bergamini

“Avevo circa 11 anni quando l’arte si è affacciata nella mia vita. In realtà, come spesso accade con le passioni, non è stata una stretta di mano cordiale, ma una folgorazione: avevo visto Picasso! Come mi capitava anche con i libri di storia, amavo partire dal fondo: trovavo date più vicine ai miei anni, che […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Michael Biasi

“Di colpi di fulmine ne ho avuti diversi, la mia vita è continuamente condizionata dall’arte, solo chi la conosce e la ama può comprendere quanto l’arte possa cambiare e influenzare le scelte e il modo di vivere di una persona! Allora vi presento un lavoro di Mark Dion, un artista che mi ha recentemente “fulminato”. […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Fabio Castelli

“Per dare testimonianza del potere dell’arte e del mio amore – soprattutto per l’incisione prima e la fotografia poi – mi fa piacere accompagnarvi e farvi vedere alcune opere – una breve selezione – che sono entrate negli anni a far parte della mia collezione e che hanno un significato particolare per me.  Nel video […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Marco Maria Zanin

“Ciò che mi riporta fortemente al periodo che stiamo vivendo non è un’opera sola ma un corpus, molto importante anche per la costruzione del mio linguaggio artistico: le fotografie di Brancusi. Brancusi com’è noto era uno scultore, ma è stato anche un eccezionale fotografo. Costruisce lui stesso la propria camera oscura all’interno del suo atelier, […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Alberta Pane

“Ho pensato all’incontro con Marie Denis e l’opera Memento Mori, anche se potrei raccontare tantissime storie che mi hanno colpito e che hanno segnato e continuano a segnare la mia vita quotidianamente grazie a tutti gli artisti della galleria che riempiono le mie giornate con la loro arte ed il loro universo. L’incontro con Marie […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Umberto Zagarese

“Un’opera che mi ha particolarmente colpito di recente è Tu o io di Maria Lassnig (1919-2014) del 2005. Si tratta di un dipinto a olio piuttosto inquietante, come del resto la maggior parte dei lavori di questa artista austriaca, nata a Carinzia, nel quale una donna nuda, piuttosto deforme, punta una pistola contro l’osservatore e […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Alessia Zorloni

Ci sono stati almeno due eventi che hanno segnato qualcosa nel il mio percorso professionale e personale. Il primo, nel 2003 durante il Capodanno, mi trovavo a New York, e andando a visitare i grandi musei, il Museum of Modern Art (MoMA), il Whitey Museum e il Guggenheim, dove vidi una bellissima retrospettiva di James […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Fabrizio Plessi

“Sono nato a Reggio Emilia e fino a 15 anni sono vissuto nella mia città di origine. Dopo essermi diplomato al Liceo Artistico, continuai la mia formazione all’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove già mi ero trasferito. A 15 anni cominciai a frequentare i circoli artistici nella città lagunare, e qui conobbi Edmondo Bacci, […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Will Ramsay

“L’opera che da sempre –  fin dalla prima volta che la vidi – mi comunica qualcosa di importante, è The Wanderer Above the Sea of Fog di Caspar David Friedrich. Ne adoro l’ottimismo – anche imprenditoriale –  vittoriano e la spavalderia.  Puoi quasi sentire l’odore dell’aria fresca e dei sogni del soggetto dell’opera.  La persona […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Angelo Bellobono

“Non ho esitazioni nel nominare due opere per me fondamentali, gigantesche: Veduta di Toledo e La visione di San Giovanni, entrambe dell’immenso El Greco. Per un artista l’arte non è mai una scelta tra mille opportunità, ma l’unica opportunità intorno alla quale si disegna la vita. Me ne innamorai dopo averle viste su un catalogo, […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Denis Isaia

“Credo pochi ricordino il logo delle Olimpiadi di Barcellona del 1992. Sopra gli immancabili cinque cerchi c’era un atleta stilizzato. La testa era blu come il mare e le braccia e le gambe gialle e rosse come la Spagna. Da buon campione correva e allargava le braccia per celebrare la vittoria, un po’ come fanno […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Elena Zaccarelli

Dietro un dipinto si cela spesso una storia d’amore. “L’opera di cui sono innamorata rappresenta in realtà la fine di una storia d’amore. Era il febbraio 1971, e David Hockney (Bradford, 1937) aveva organizzato un viaggio a Marrakech insieme al suo grande amore, Peter Schlesinger, suo studente in California per cui il pittore aveva perso […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Alessandro Piangiamore

Continuano gli interventi di #thepowerofART. L’artista siciliano Alessandro Piangiamore ci presenta un’opera del pittore romantico tedesco Caspar David Friedrich. “Gebirgslandschaft mit Regenbogen (Paesaggio montano con arcobaleno) è pervaso di una forza immensa certamente dovuta alla disparità di forze tra uomo e natura. Un omino piccolo che osserva un arcobaleno, effimero prodigio della natura e ponte […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Salvatore Mirabile

L’arte in tempi di “colera”. Due artisti, pur nelle profonde diversità, accomunati da un approccio rivoluzionario alla ricerca e legati da un triste destino: la morte precoce all’età di 28 anni momento in cui erano presenti due ondate epidemiche la spagnola e l’infezione da hiv. Due eccelsi artisti : Jean-Michel Basquiat ed Egon Schiele,  ma […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Denis Curti

Continuano gli interventi di  #thepowerofART. L’opera che vi presentiamo oggi è la rappresentazione di un ricordo passato nel quale ciascuno di noi può riconoscersi, e come un avvenimento autobiografico di dolore, può diventare un luogo di rifugio per vivere un’infanzia più serena. Ce ne parla Denis Curti, Direttore Artistico della Casa Tre Oci, che ha […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Giorgio Fasol

Il secondo appuntamento della nostra rubrica #thepowerofART è con Giorgio Fasol, Presidente della Fondazione AGI Verona e tra i più importanti collezionisti italiani. “Era il 1965. Non mi ero ancora interessato al collezionismo, ma ero un giovane curioso. Conobbi lo stampatore, editore e artista Renzo Sommaruga in una galleria, dove mi avvicinò e mi disse: […]

> Leggi tutto
#thepowerofART – Intervento di Marco Trevisan

Il primo appuntamento della nostra rubrica #thepowerofART è con Marco Trevisan, direttore della Fondazione Alberto Peruzzo, che ha scelto di raccontarci L’Impero della Luce  uno dei dipinti più straordinari realizzati da René Magritte. “La mia testimonianza è riferita al cambiamento e ad un punto di svolta che hanno riguardato la mia vita e che a volte […]

> Leggi tutto
#ARTinterview – Intervista a Omar Hassan

Abbiamo intervistato per voi Omar Hassan, artista performativo che ama utilizzare il colore tra bombolette spray e addirittura guantoni da boxe. Conosciamolo insieme! Cosa ti stimola creativamente? Da cosa nasce questo “pallino” per il colore?Ho studiato all’Accademia delle Belle Arti di Brera e mi sono innamorato dei grandi Maestri che con dei semplici gesti trasformavano […]

> Leggi tutto
#restART – La cultura si fa digitale. Perle del cinema da vedere online.

Costretti a stare a casa per via del Coronavirus, passiamo il tempo a cercare qualcosa dalla TV a Netflix ad Amazon Prime. Ma se volessi vedere quel film anni ’70 per veri e propri intenditori, come posso fare?Vai di streaming online, cerco tra i vari suggerimenti proposti e inizio evitando tutti i possibili virus e […]

> Leggi tutto
#ARTinChurch – Trastevere. Tra antico e contemporaneo.

Una piccola chiesa di quartiere in una zona poco conosciuta di Trastevere che affascina un gallerista newyorkese, tanto da deciderlo a rilevarla per aprirci uno spazio espositivo. Questa non è la trama di un film, ma una vera storia d’amore nata tra la Chiesetta di Sant’Andrea de Scaphis a Roma e l’artista prima, gallerista poi […]

> Leggi tutto
#urbanrestART – Un museo nel sottosuolo. Le stazioni dell’Arte a Napoli.

A Napoli, l’arte contemporanea viaggia in metropolitana all’interno e subito fuori dalle sue fermate. Tipiche zone di passaggio, sono oggi luoghi per vivere e “assaporare” l’arte contemporanea in ogni momento della giornata. Le Stazioni dell’Arte sono un vero e proprio museo decentrato, uno stupefacente progetto urbanistico promosso dall’amministrazione comunale che rende i luoghi della mobilità […]

> Leggi tutto
Chiesa di Santa Caterina a Formiello
#urbanrestART – Artigianato e design per un progetto di rigenerazione urbana.

Per anni è stato un luogo popolato da ombre e fantasmi di un passato che l’ha trasformata da luogo di culto a lanificio, per poi lasciarla all’abbandono più totale. Parliamo della Chiesa Santa Caterina a Formiello a Napoli, sita nel cuore della città, raro esempio di rinascimento napoletano e di archeologia industriale. Costruita a partire […]

> Leggi tutto
#ARTinterview – Intervista a Marco Maria Zanin

Abbiamo rivolto alcune domande a Marco Maria Zanin, autore dell’esclusivo progetto fotografico della Chiesetta di Sant’Agnese che sveleremo nei prossimi mesi. Conosciamolo insieme. Cosa ti affascina della fotografia, in particolare della pratica analogica? Quali sono i limiti e vantaggi di espressione di questa tecnica? Come si inserisce la scultura nella tua evoluzione artistica? La fotografia […]

> Leggi tutto
#urbanrestART – Il compleanno di Galleria Continua

30 anni all’insegna di scelte non convenzionali Siamo in un periodo storico nel quale la società presta molta attenzione alle classifiche, di ogni genere. Dalle 10 spiagge più belle al mondo, ai 100 film più belli di tutti i tempi, ai primi 30 piatti che gli europei preferisco cucinare, e così via. Anche il mondo […]

> Leggi tutto
#ARTinChurch – LabOratorio di San Filippo Neri. Nuovo incubatore culturale a Bologna

Sono disseminate su tutto il territorio italiano, alcune in stato di abbandono, altre recuperate e trasformate in edifici storici aperti al pubblico, numerose le chiese destinate ad attività legate all’arte e alla cultura. In occasione di ART CITY, palinsesto urbano promosso dal Comune di Bologna durante Arte Fiera, abbiamo scoperto, o meglio “riscoperto”, un gioiello […]

> Leggi tutto
#urbanrestART – Bologna. Spazi industriali rigenerA(r)ti.

C’era una volta un panificio comunale nato per sfamare i cittadini bolognesi nel corso della Prima Guerra Mondiale. Siamo nel 1914 e Francesco Zanardi vince le elezioni comunali trovandosi presto ad affrontare la situazione economica della città, dove la maggior parte della popolazione vive alle soglie della povertà. E’ il 1 febbraio del 1917 quando […]

> Leggi tutto
#ARTinChurch – Chiesa di San Teonisto a Treviso. Da spazio silente a auditorium

Nell’immaginario collettivo una chiesa sconsacrata è simbolo di abbandono o di incuria. Diversamente, esistono casi interessanti in cui la stessa continua a svolgere la sua funzione di aggregazione per la comunità attraverso iniziative culturali. E’ il caso della Chiesa di San Teonisto costruita nel cuore della città di Treviso nel 1434 come parte del convento […]

> Leggi tutto
#ARTonTour – Dia: Beacon. Arte fuori misura

Se visiti oggi New York da amante dell’arte contemporanea – ed è un viaggio che va fatto, potendo, almeno ogni 2/3 anni – non puoi non segnare in agenda una gita fuori porta verso nord, lungo l’Hudson. Qualche chilometro dopo il nuovissimo Magazzino Italian Art – del quale vi abbiamo parlato in questo articolo – […]

> Leggi tutto
Magazzino Italian Art
#ARTonTour – Visita al Magazzino Italian Art

All’inizio erano 13 artisti italiani che lavoravano nelle rispettive città usando mezzi differenti, ma elaborando tematiche simili. Germano Celant decise di creare un fil rouge e dare un nome a tutto ciò. Era il 1967 e tale filo conduttore venne chiamato Arte Povera.  Quei 13 artisti sono praticamente tutti o quasi rappresentati oggi a Cold […]

> Leggi tutto
Intervista a Donato Sansone

Abbiamo rivolto qualche domanda a Donato Sansone, artista videomaker autore della seconda opera del progetto Flicks. Per la Fondazione, Sansone ha realizzato “Life”, visibile  sulla homepage di www.fondazionealbertoperuzzo.it .   Quando hai cominciato a usare il video? E in che modo la tua pratica si è evoluta nel tempo? Ho iniziato un po’ tardi con i […]

> Leggi tutto
Human Architecture: in arrivo la pubblicazione del progetto

Avete mai pensato all’impatto dei social network su un evento globale come La Biennale di Venezia nella città lagunare? Secondo voi, è possibile individuare un metodo che analizzi le condivisioni sui social tra persone e organizzazioni e allo stesso tempo raccoglierne i dati e farne delle elaborazioni artistiche, restituendo così le informazioni al grande pubblico? […]

> Leggi tutto
Qualche domanda a Kensuke Koike

Abbiamo rivolto qualche domanda a Kensuke Koike, autore del primo video del progetto Flicks, galleria di video online ospitata dal sito della Fondazione con progetti commissionati ad hoc. Koike a gennaio 2019 ha proposto il video ‘Everyday is My Birthday’, per essere visibile sulla homepage di www.fondazionealbertoperuzzo.it .   Quando hai cominciato a usare il […]

> Leggi tutto
“Guernica. Icona di pace” nelle parole di Carlo Amirante

Guernica. Icona di pace Le parole di Carlo Amirante sulla mostra   In occasione della mostra Guernica. Icona di Pace a cura di Serena Baccaglini, in arrivo a Padova grazie alla Fondazione Alberto Peruzzo, proponiamo un significativo testo del costituzionalista Carlo Amirante: “Se la bianca colomba di Picasso è il simbolo universalmente noto della pace […]

> Leggi tutto
Cover evento Human Architecture
Human Architecture

Human Architecture | Data to the People La vita della Biennale attraverso i dati: un’opera d’arte, una conferenza e un workshop   Qual è l’impatto di un evento globale come la Biennale di Architettura sulla città di Venezia? Quali tracce digitali lasciano sui social network le persone e le organizzazioni che si esprimono in città […]

> Leggi tutto
Fulvio Roiter alla Casa dei Tre Oci

la Fondazione Alberto Peruzzo ha un forte legame con Venezia e la sua storia. Rendiamo omaggio a Fulvio Roiter, fotografo che più di ogni altro ha legato la sua immagine a Venezia. In mostra alla Casa dei Tre Oci fino al 26 agosto 2018, curata da Denis Curti, direttore de IL FOTOGRAFO

> Leggi tutto
Visualizzazione ‘Idiomi’ al Padiglione Venezia

Idiomi: un’altra visualizzazione artistica di Human Ecosystems, che potete vedere in real time al Padiglione Venezia de La Biennale di Venezia fino al 25 novembre 2018. Il progetto Human Architecture raccoglie conversazioni pubbliche in 54 lingue, a Venezia attorno alla Biennale, trasformandole in architetture visive e sonore. In questo  caso, più sono intensi i collegamenti tra […]

> Leggi tutto